mailfacebookflickrwiki

 

CARATTERE: 

Carattere Piccolo Carattere Medio Carattere Grande


 

Comune di Carlopoli » Carlopoli Sostenibile » Home » Itinerari naturalistici

Itinerari naturalistici

 

Scoprendo l’Abbazia di Santa Maria di Corazzo e Gioacchino Da fiore

Il percorso prende il via dagli antichi borghi di Carlopoli e Panettieri e si snoda attraverso le colline circostanti, sino a raggiungere i maestosi ruderi dell’Abbazia di Santa Maria di Corazzo, nella verde vallata del fiume Corace. La storia dell’ Abbazia, costruita nell’ XI sec. dai Benedettini e ricostruita nel XII sec. dai Cistercensi, si incrocia con quella del teologo e scrittore medievale Gioacchino Da Fiore, che in questi luoghi scrisse le sue opere maggiori e vestì l’abito monacale diventando presto abate.

 

CorazzoLunghezza percorso: Km 6

Tempo di percorrenza: 3 ore

Periodo consigliato:  primavera

Segnaletica: cartellonistica

Sorgenti: presenti

Tipologia: storico, naturalistico, rurale

Livello di difficoltà : facile/ medio, adatto a tutti

Differenza tra quota massima e quota minima: 220 m

Equipaggiamento consigliato:

  • scarpe da trekking o da ginnastica
  • borraccia con acqua
  • k-way in caso di pioggia
  • abbigliamento comodo ed adeguato alla stagione

Descrizione: Il sentiero ha inizio in piazza Brutto. Da qui scende nell’antico borgo e procede in direzione di Panettieri, abitato adiacente, collegato da una vecchia stradina detta “via d’ammianzu”, lungo la quale ci si può rifornire d’acqua da un’antica sorgente. Superato il borgo di Panettieri, percorrendolo in senso verticale, si oltrepassa il cimitero e dopo 500 metri si svolta a sinistra imboccando la vecchia via comunale di “mala speranza” che collega Panettieri a Castagna, vicina frazione di Carlpoli. Oltrepassando Castagna in direzione del fiume Corace, è possibile sostare presso l’ Osservatorio, terrazzino panoramico che affaccia sulla magnifica vallata di Corazzo, e situato su via Amarella. Discesi al fiume è possibile ammirare i ruderi di un vecchio mulino detto “macchina della lana”, testimonianza di un passato volto alla lavorazione e trasformazione della lana. Proseguendo per un chilometro lungo il vicino selciato si raggiunge l’ abbazia di Santa Maria di Corazzo, posta sulla destra idrografica del fiume Corace.

 

Carlopoli@Sostenibile

 

 

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.083 secondi
Powered by Simplit CMS